Tumori Cutanei

Con l’arrivo del bel tempo, si è portati a trascorrere più tempo all’aperto e quindi ad esporsi al sole. Purtroppo l’esposizione mal controllata e la moda della pelle abbronzata sinonimo di bellezza, hanno arrecato non pochi danni alla nostra salute, infatti i tumori cutanei sono in continua ascesa.

Definizione e Trattamenti Tumori Cutanei

I tumori cutanei si dividono in Melanoma e i Non Melanoma. I melanomi rappresentano dal 4-7% dei tumori cutanei, ma sono responsabili del 75% dei decessi I Non Melanoma sono il carcinoma Basocellulare che è il tumore cutaneo più frequente e il carcinoma Squamocellulare, l’85% di questi si sviluppano a livello del viso ed il 15% al tronco ed estremità.
Sono a maggior rischio soggetti con carnagione chiara, coloro i quali svolgono le attività lavorative all’aperto o che hanno parenti con tumori cutanei.

La diagnosi di certezza dei tumori cutanei è solo istologica mediante biopsia(prelevando e facendo analizzare il tessuto sospetto), ma questa deve essere guidata dall’osservazione clinica.
Per le lesioni pigmentate vale la regola ABCDE (Asimmetria, Bordi, Colore, Dimensioni, Evoluzione). L’asportazione delle neoformazioni deve essere ampia, con margini circondati da tessuto sano, da qui l’importanza di eseguire precocemente la diagnosi, in modo da limitare l’estensione e la visibilità delle cicatrici (da ricordare che l’80% interessa il viso).

N.B. Queste neoformazioni, non vanno “bruciate”, ne asportate con il laser, nel primo caso la neoplasia potrebbe essere rimasta sul fondo e nel secondo caso, i margini del campione non risultano ben valutabili, e in ultimo non si ha alcun vantaggio estetico, rispetto al metodo tradizionale.

Immagini Casi di Studio

Altri Trattamenti Chirurgia Plastica ed Estetica Milano