Miti su Chirurgia e Medicina Estetica

La chirurgia e la medicina estetica sono settori che hanno sempre fatto discutere. Soprattutto negli ultimi tempi, l’argomento è stato al centro di molti dibattiti, ed è addirittura diventato protagonista di un programma televisivo; insomma, se ne parla molto, ma spesso in modo improprio, col rischio di lasciar passare luoghi comuni e convinzioni errate che danneggiano la percezione che il pubblico può avere del tema.

Tra le convinzioni più diffuse vi è il fatto che chirurgia e medicina estetica portino quasi sempre agli eccessi che troppo spesso vediamo in televisione: casi come quello della donna-gatto o di vip che si sono lasciati un po’ prendere la mano, sono spesso usati come deterrente per scoraggiare una pratica considerata erroneamente insana. In realtà, i risultati di una buona pratica estetica sono sempre naturali e assolutamente non artefatti. Un bravo chirurgo estetico, infatti, non asseconda ciecamente le richieste dei pazienti ma punta ad un risultato armonico e desiderabile. Ecco perché è importante rivolgersi soltanto a professionisti qualificati che, con la loro esperienza, sono in grado di comprendere i desideri di chi si rivolge a loro, trovando la soluzione più consona alle specifiche esigenze.
I cattivi esempi della chirurgia estetica, perciò, non rappresentano nient’altro che un uso smoderato, irresponsabile e poco professionale di una pratica che nella realtà ha lo scopo di donare un rapporto più equilibrato e sereno con il proprio corpo.
Raccomandiamo attenzione: in Italia è sufficiente la laurea in Medicina e Chirurgia per essere legalmente abilitati ad eseguire interventi di chirurgia plastica, ma tale titolo non garantisce che il medico abbia una preparazione adeguata: scegliete solo medici specializzati e approfondite il consulto per testare il livello di preparazione e di serietà del professionista a cui vi rivolgete.

Questo primo punto si collega ad un’altra idea errata, che è quella che vede la chirurgia plastica come una pratica rischiosa. Anche in questo caso, la scelta del chirurgo è fondamentale: mettersi nelle mani del primo che capita può rappresentare un vero rischio per la propria salute, ma scegliere con oculatezza il chirurgo garantisce un intervento sicuro e dall’esito felice.
C’è poi la generale convinzione che la chirurgia e la medicina estetica siano “cose da donne”. Oggi, questo non è più vero, in quanto la percentuale di pazienti di sesso maschile è notevolmente aumentata. Anche gli uomini, ora, si rivolgono al chirurgo estetico per ritoccare il proprio aspetto, e ciò non denota altro che un sano desiderio di sentirsi meglio con il proprio corpo.

Altro mito da sfatare è la credenza che la chirurgia e la medicina estetica siano pratiche troppo care, ad appannaggio di un’elite che può concedersi il lusso del ritocco. Attualmente, grazie alle moderne tecnologie e ai numerosi passi avanti nel settore, intervenire sul proprio aspetto fisico è meno costoso rispetto al passato ed è una pratica accessibile a molte più persone. Attenzione però alle “svendite” e ai prezzi sospettosamente bassi, che possono avere l’aria di occasioni imperdibili ma che in realtà denotano sempre una scarsa qualità del trattamento!
Una convinzione che spesso allontana le persone dall’idea di sottoporsi ad un intervento è che le cicatrici post intervento siano molto visibili e deturpino ulteriormente un’immagine che invece si desidera migliorare. Chiaramente, tutti gli interventi chirurgici lasciano delle cicatrici, ma i chirurghi plastici certificati, attenti ad un buon risultato estetico, sanno come nasconderle e minimizzarle. Ad esempio, nel caso della liposuzione, le cicatrici appaiono millimetriche e sono abilmente nascoste sotto la linea bikini. Inoltre, oggi sono disponibili trattamenti laser in grado di migliorare l’aspetto delle cicatrici, fino a mimetizzarle quasi completamente.

Concludiamo con un falso mito purtroppo molto diffuso, e cioè che le protesi al seno non siano sicure: è scientificamente dimostrato che non esiste alcuna relazione tra l’insorgenza del cancro o di altre malattie, anche se uno screening è sempre consigliato. Oggi, esistono diversi impianti con marchio CE approvati per uso medico ed accuratamente testati, che non portano alcun divieto alle pazienti. E’ possibile tornare a qualunque attività ed anche allattare in tutta tranquillità.

Tra televisione, web e sedicenti professionisti, le notizie false che girano sono tante: la soluzione migliore, nel caso si abbia l’intenzione di sottoporsi un intervento estetico, è quello di scegliere con molta attenzione un vero chirurgo plastico e discutere ogni dubbio o perplessità circa il trattamento che si desidera.
Per ulteriori informazioni, visita il sito del Dott. Enrico Calabrese: http://www.enka.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *